Noi siamo l'Aurora

U15 eccellenza al Trofeo Tossini

Weekend in Liguria anche per gli Under15 desiani, in campo alla sesta edizione del Trofeo Tossini. Ecco gironi e programma:

Girone A: ABA Legnano, Fortitudo Bologna, Basket Pegli
Girone B: Aurora Desio, Derthona Basketball Lab, Pall. Vado

Sabato 30 settembre

Ore 14 Derthona – Vado
Ore 16 Legnano – Pegli
Ore 18 Desio – Vado
Ore 20 Fortitudo – Legnano

Domenica 1 ottobre
Ore 9 Fortitudo – Pegli
Ore 11 Desio – Derthona
Ore 14 finale 5°/6° posto
Ore 16 finale 3°/4° posto
Ore 18 finale 1°/2° posto
Ore 19.30 circa premiazione

u14 elite al 2° torneo duferco energie

Week-end “ligure” per il gruppo U14 Elite allenato da Marco Rota e Lele Napoli; i desiani sono stati inseriti nel gruppo B con Livorno e Canaletto. Questo il programma delle gare della Rimadesio e delle finali:

Sabato 30 Settembre
14.30: Livorno- Desio

Domenica 1 Ottobre
10.45: Canaletto – Desio
12.15:  5/6 posto
14.15: gara da 3 pun­ti
14.45: 3/4 posto
16.30: 1/2 posto
18.30: premiazione

SERIE B: L’AURORA SI PREPARA ALL’ESORDIO SUL CAMPO DI PIACENZA

Dopo la pausa estiva riparte in campionato nazionale di serie B che per il 4° anno consecutivo vedrà al via l’Aurora Desio sponsorizzata ancora una volta Rimadesio. I ragazzi di coach Frates esordiranno nella serata di sabato sul campo della Bakery Piacenza, una delle formazioni più attrezzate del girone che punta al salto di categoria, sfuggito nelle ultime annate.

La Pallacanestro Piacentina è società giovane che nasce nell’estate del 2011 quando l’imprenditore Marco Beccari, presidente della Bakery spa, acquista la Pallacanestro Roveleto, spostando la sede di gioco a Piacenza. La scalata verso i campionati di vertice è rapida e nella sua pur breve storia Piacenza ha già disputato 2 finali promozione (perdendole entrambe) contro Cento in serie C nel 2012 e contro Tortona in serie B (dove venne ripescata dopo la sconfitta con Cento) nel 2014. Lo scorso campionato i piacentini vennero sconfitti solamente a gara 5 delle semifinali play-off da Omegna (2^ classificata del girone A) dopo aver concluso al 3° posto la stagione regolare nel girone B. Piacenza ha cambiato molto in estate: la dirigenza ha affidato la guida della squadra a Claudio Coppetto, che torna in casa Bakery dove aveva già allenato tra il 2013 ed il 2015 perdendo una finale play-off di serie B. Per lui esperienze tra C1 e B a Cavriago, Bologna e Novellara; torna a Piacenza dopo l’esperienza ad Anzola. Anche il roster è stato quasi totalmente rinnovato. In cabina di regia troviamo l’argentino Nicolas Stanic, play classe ’84 con tanta esperienza tra A2 e B con le casacche di Fabriano, Firenze, Montecatini, Roseto, Rieti ed Eurobasket Roma dove la scorsa stagione viaggiava a 9.2 punti e 2.5 assist di media. Nello spot di guardia ritorna a Piacenza dopo 3 stagioni un’autentica leggenda del basket nazionale che risponde al nome di Rodolfo Rombaldoni, classe ’76 scuola Verona che ha esordito nella massima serie Italiana nel lontano 1994. Ha giocato praticamente in tutta Italia, dove le tappe più imortanti sono state sicuramente la Fortitudo Bologna, con cui nel 2005 ha vinto scudetto e supercoppa e Mens Sana Siena, dove ha conquistato un altro scudetto. Per lui poi 55 presenze e 315 punti segnati con la maglia della Nazionale maggiore, con cui ad Atene nel 2004 conquistò uno storico argento olimpico. Arriva da Forlì, dove nonostante i suoi 40 anni l’anno scorso produceva 12 punti e 3 assist di media in 28’ di utilizzo, realizzando con 42% da dietro l’arco. Altro innesto di livello nel reparto guardie è Santiago Bruno, argentino 24enne con alle spalle esperienze a Fabriano, Martina Franca, San Miniato e Bisceglie, da dove è stato prelevato. Per lui la scorsa stagione 10 punti e 3.5 rimbalzi a gara di media. Sugli esterni il giocatore più pericoloso è sicuramente Riccardi Pedrazzini, che nella sua carriera ha disputato tante stagioni tra A2 e B con Budrio, Recanati, Treviglio, Fortitudo Bologna, Lugo e Forlì. Arriva da Palestrina dove il classe ’89 andava a referto con 14.4 punti, 3 rimbalzi e 2.5 assist a partita, realizzando da 2 punti con il 60%. Vecchia conoscenza desiana è invece il classe ’81 Riccardo Perego, prodotto del settore giovanile Aurora che concluse il suo percorso di formazione a Montecatini dove esordì in A1 nel 1997. Tanta A2 nella sua carriera, nelle ultime stagioni ha giocato in B con Treviglio, Montichiari ed Orzinuovi, dove nella passata stagione ha centrato la promozione in serie A2 grazie ad un’annata da 9 punti e 5 rimbalzi in 22’ di impiego. Nel ruolo di centro troviamo un altro argentino, il 33enne Duilio Birindelli, portato in Italia da Sassari nel 2005 per giocare il campionato di A2. Ha proseguito poi la sua carriera in Italia in serie B con Canicattì, Massafra, Agrigento, Ostuni, Agropoli, Eurobasket Roma e Cassino dove lo scorso anno viaggiava a 8 punti e 5 rimbalzi di media in poco più di 20’ di impiego. Il roster è completato dal centro classe ’98 di scuola Cantù Edoardo Maresca; da 20enne play Filippo Guerra in prestito da Latina; dall’altro play classe ’98 Francesco Galli che lo scorso campionato in serie B a Bottegone produceva 4.3 punti in 18’; dalla guardia Simone Lebè e dall’esterno italo-brasiliano Angelo Guaccio, classe ’98 di scuola Loano che ha assagiato il campionato di A2 con le maglie di Agropoli e Viola Reggio Calabria.

Palla a due alle ore 21.00 di sabato 30 settembre presso il PalaFranzanti di Largo Anguissola 1 a Piacenza, arbitreranno l’incontro i signori Grazia Lorenzo di San Pietro in Casale (BO) e Albertazzi Marco di Bologna.

U18 ecc, Rimadesio-Leonessa Brescia 52-58

Inizia in salita il cammino dell’Under 18 Eccellenza desiana, battuta in Aldo Moro da Leonessa Brescia nella prima gara stagionale. Ad eccezione delle battute iniziali (5-2 al 2′), i blu-arancio inseguono per tutto il resto dell’incontro, pagando i parecchi errori al tiro, le numerose palle perse ed il pessimo 8/19 di squadra ai liberi. Dopo il 12-16 della prima sirena con Peri in evidenza e già a quota 8 punti segnati, l’Aurora incassa un break di 0-8 nel corso del secondo periodo che regala agli ospiti la doppia cifra di vantaggio (19-31 al 17′) e va negli spogliatoi sotto di 11.
Nel secondo tempo Desio riesce a rientrare in quattro occasioni, ma quando c’è da chiudere il gap non concretizza, mentre Brescia è brava a sfruttare i numerosi errori della Rimadesio ed al 30′ conduce ancora di 9 nonostante i canestri di Costa, Peri e Pandolfi. Nei 10′ finali i punti di Peri (12 nel quarto periodo) permettono alla Rimadesio di ridurre il distacco ma l’Aurora non va oltre il -7 del 34′ e del 39′ fino al 52-58 finale.
Prossimo impegno mercoledì 4 ottobre alle 21.15 sul campo di Cremona.

Rimadesio-Leonessa Brescia 52-58 (12-16, 24-35, 38-47)
Desio: Benedini 9, Canato 1, Capelli, Costa 5, Peri 25, Maccan 7, Di Liddo 1, Pandolfi 5, Mazzola, Scotti ne, Lovato, Pesenato. All. Cogliati, Ass. Piva/Ceruti

Ultimo test positivo per la Rimadesio

Una Rimadesio convincente si aggiudica l’ultima uscita amichevole precampionato prima dell’esordio ufficiale sula campo di Piacenza di sabato 30 settembre. I Ragazzi di coach Frates hanno la meglio per 75-60 sulla Robur Varese, formazione di serie B inserita però nel girone A. In una sfida che ha visto il punteggio azzerato al termine di ogni quarto, i blu-arancio si sono imposti grazie ad un secondo periodo dominato per 22-7 lasciando gli ospiti senza canestri dal campo per 9’ abbondanti. In apertura di gara è Fumagalli a prendere per mano l’Aurora (autore nei 10 minuti iniziali di 11 dei sui 23 punti finali) propiziando il break di 10-3 che porta dal 5-7 del 5’ al 15-10 dell’8’. Varese impatta a quota 15 con poco meno di 25” da giocare, ma Perez nell’ultima azione del quarto realizza in penetrazione e fissa il 17-15 della prima sirena. Dopo il secondo quarto in cui abbiamo già detto del dominio dei padroni di casa, che scappano subito 12-0 sulla spinta delle triple di Perez per poi controllare fino al 22-7 finale; Desio perde di stretta misura i due quarti finali per 17-18 e 19-20, mostrando però buon carattere e rientrando a contatto in entrambe le occasioni dopo aver subito anche un break di 0-10 nella terza frazione.

Come detto in precedenza ora si fa sul serio, con la Rimadesio che farà l’esordio nel campionato di serie B Old Wild West nella serata di sabato 30 settembre sul campo della Pallacanestro Piacentina con palla a due alle ore 21.00.

Rimadesio-Robur Varese 75-60 (17-15; 22-7; 17-18; 19-20)

Desio: Perez 18, Canzi 4, Fumagalli 23, Binaghi 6, Brown 4, Fiorito 1, Parma 3, De Paoli 8, Casati, Corti 6, Mazzoleni 2. All. Frates, Ass. Cogliati/Assi

Le novità annunciate alla presentazione della prima squadra

Nella prestigiosa cornice milanese del flagship store Rimadesio, è andata in scena nella mattinata di oggi la presentazione della Pallacanestro Aurora Desio (sponsorizzata Rimadesio) che sotto la guida di coach Fabrizio Frates prenderà parte al prossimo campionato nazionale di “Serie B Old Wild West”. All’evento erano presenti due ospiti di eccezione: Claudio Crippa e Maurizio Trotti, due autentiche leggende del basket desiano che nella prima metà degli anni ’80 si affacciava nel grande palcoscenico della serie A. Mediatore della chiacchierata, che ha coinvolto anche coach Frates ed il presidente Ivan Papaianni, Edoardo Grassi, illustre giornalista di Mediaset Premium che negli d’oro dell’Aurora seguiva assiduamente la squadra. Oltre ad un folto numero di giornalisti, presenti anche alcuni personaggi di spicco che hanno fatto la storia del basket nazionale come Bruno Arrigoni e Antonio Cappellari. Al termine della conferenza stampa, i giocatori che compongono il roster della serie B, sono stati presentati ricevendo dalle mani di Fabrizio Frates la divisa ufficiale. A conclusione dell’evento la Pallacanestro Aurora Desio ha presentato il nuovo logo societario che esordirà sulle casacche in questa stagione, comunicando anche la messa on-line del nuovo sito internet rinnovato nella grafica e nei contenuti.

 

Le parole del presidente

Da quando ho memoria, l’arrivo del mese di settembre ha coinciso con l’emozione di una nuova stagione dell’Aurora che iniziava. Mi guardo indietro e non vi nascondo che le sensazioni non sono cambiate. Da ragazzino sono diventato uomo, i capelli bianchi – ahimé – hanno iniziato a comparire sulle mie tempie, sono passato dal preparare i coriandoli per la coreografia prepartita a prendere in mano la società del mio cuore, l’età delle mie figlie scandisce gli anni del mio impegno diretto in Aurora, ma questa emozione, quest’ansia positiva, quest’attesa gioiosa non è mai cambiata.

E’ arrivato un altro settembre ed ho cerchiato in rosso il 30 sul calendario, giorno del nostro esordio a Piacenza.

 

E’ ora di ricominciare a tifare, esultare, soffrire e vivere per i colori arancio-blu. E’ stata un’estate di grande lavoro in Aurora. Abbiamo deciso di continuare con decisione sul sentiero intrapreso negli anni scorsi, ovvero forte investimento sui giovani e politica di crescita continua fatta di piccoli passi. Sono estremamente soddisfatto del roster che vestirà i nostri colori. Talento, dinamismo ed entusiasmo saranno le nostre parole d’ordine. Siamo convinti di aver creato un gruppo fatto di ragazzi dal grande potenziale, che suderanno e cresceranno di giorno in giorno. Ci sentiamo forti di un’identità ben precisa, che incarna i nostri valori.

 

La scelta di dare questo gruppo in mano ad un coach come Fabrizio Frates è per noi la chiusura del cerchio. Il coach, la cui carriera ai massimi livelli nazionali ed europei non necessita presentazioni, è per caratteristiche umane e tecniche la guida ideale per sviluppare il nostro potenziale. L’impegno nel settore giovanile continua nonostante questa difficile fase iniziale dovuta alle infrastrutture. 

 

Il mio invito a tutti voi che avete l’arancio-blu nel sangue è di starci vicini e vivere con noi un’annata che si preannuncia difficile, intensa e piena di montagne da scalare. Montagne che supereremo con entusiasmo e preparazione. Stiamo crescendo, come società e come squadra. Abbiamo un nuovo logo, che ci permette di identificarci col nostro passato e abbracciare il futuro. Abbiamo un nuovo sito, per migliorare l’interazione con tutti voi. Avremo tante altre iniziative e novità durante l’anno.

 

Vi aspetto numerosi sulle gradinate del Palazzetto. Festanti, orgogliosi e rumorosi. Perché, come dice lo slogan della nostra campagna abbonamenti, NOI SIAMO L’AURORA.

 

Ivan

 

Pallacanestro Aurora Desio presenta il nuovo logo societario: dove tradizione e futuro si incontrano

Il nuovo logo rappresenta al meglio l’essenza e l’anima della società, che affonda le radici orgogliosamente nella propria storia e nella tradizione e le coniuga con una continua propensione verso il futuro. L’attenzione e il rispetto per il nostro passato sono le basi su cui costruiamo il futuro, reclutando e crescendo i nostri giovani, dal minibasket alla prima squadra.

Abbiamo voluto creare un logo che sintetizzi tutto questo. Il cerchio esterno è simbolo di perfezione, solidità e concretezza. Con caratteri semplici e tradizionali riporta la scritta Unione Sportiva Pallacanestro Aurora Desio. I colori sono sempre quelli della tradizione: l’arancio e il blu. All’interno è presente un pallone da basket stilizzato composto dalle lettere A e D.  Il disegno, unico nel panorama sportivo italiano, rappresenta la nostra apertura verso il futuro, con uno stile accattivante, moderno e caratteristico.

U.S. Pallacanestro Aurora Desio

Campagna abbonamenti 2017/18

Le partite della stagione 2017/18 si giocheranno al Palazzetto Aldo Moro, in Via San Pietro.

La tessera darà diritto alle gare di regular season, alla prelazione per i biglietti della post-season, al 15% di sconto sul merchandising e all’invito agli eventi riservati agli abbonati e agli sponsor con i giocatori della prima squadra che verranno organizzati durante l’anno.

I prezzi per il posto di tribuna non numerata sono: abbonamento intero 90 euro, ridotto under 16 e over 65 costa 60 euro.

PRESENTAZIONE ROSTER SERIE B 2017/18

È un roster rinnovato, dal taglio giovanile che punta a valorizzare i prodotti del proprio vivaio, quello che Pallacanestro Aurora Desio (griffata Rimadesio) ha messo nelle mani di coach Fabrizio Frates, allenatore che non ha bisogno di presentazioni, per disputare il campionato nazionale di “Serie B Old Wild West”.

In cabina di regia nel ruolo di playmaker troviamo Carlo Fumagalli, classe ’96 di scuola Olimpia Milano che, oltre ad aver esordito in massima serie con la squadra meneghina, vanta esperienze in serie A2 a Mantova ed in serie B a Lecco, formazione dal quale è stato prelevato. L’altro play in rotazione è un giovanissimo prodotto del settore giovanile blu-arancio, Alessandro Canzi, classe ’99 che già da due stagioni è nel giro della prima squadra dove ha collezionato scampoli di partita mettendo a segno anche canestri importanti nell’economia della gara.

Nello spot di guardia troviamo il dominicano Daniel Perez, 185 cm di pura esplosività che la scorsa stagione giocava in serie B a Omegna. Il classe ’97 è cresciuto cestisticamente nei Crabs Rimini e nonostante la giovane età vanta anche un’esperienza in serie A2 con la casacca di Scafati. A dargli man forte nel ruolo ci sarà uno dei veterani della squadra: Simone Casati, che nonostante i suoi 26 anni è insieme ad altri due coetanei l’elemento più “anziano” del roster. Il classe ’91 è cresciuto cestisticamente nell’Aurora, con la quale a livello giovanile ha disputato diverse finali nazionali. Confermato dalla scorsa stagione, prima di ritornare a Desio dove aveva esordito in prima squadra ai tempi della serie C, ha fatto esperienza tra B1 e B2 a Ferrara, Capo d’Orlando e Lecco.

Per quanto riguarda il reparto esterni partiamo da un altro giovane classe ’98 anche lui prodotto del settore giovanile aurorino. Si tratta di Andrea Mazzoleni, già la passata stagione in serie B con buon minutaggio, che nonostante i suoi 19 anni è stato promosso capitano della squadra, in modo da dare seguito con i fatti al progetto dell’Aurora di valorizzare i propri giovani. Mazzoleni sarà coadiuvato nel ruolo da un altro aurorino doc, il classe ’97 Francesco Parma, anche lui ha trascorso tutto il suo percorso giovanile in maglia blu-arancio ed ha esordito nella 3^ divisione nazionale nella passata stagione. Nel ruolo di 4 torna a vestire la casacca dell’Aurora Simone Fiorito, classe ’91 che dopo aver speso tutto il suo percorso giovanile a Desio ed aver esordito in serie C, ha fatto esperienze importanti a Trento, dove ha vinto la serie B e la serie A2, a Barcellona PdG in A2 ed in serie B a Casalpusterlengo, Bottegone Pistoia e Porto Sant’Elpidio, dove ha giocato nella passata stagione. Altro classe ’91 che torna a casa dopo aver girovagato per lo stivale è Xavier Brown, figlio dell’indimenticabile Mike, primo americano della storia di Desio ai tempi della serie A. Anche lui ovviamente prodotto del settore giovanile con esordio in prima squadra in serie C, torna a Desio dopo aver speso stagioni importanti ad Agrigento in serie B2 e B1 ed ad Ortona dove in 3 stagioni ha partecipato al doppio salto dalla C regionale alla serie B. La passata stagione giocava a Lierna in serie C. Completa il reparto Giovanni Binaghi, classe ’98 di scuola Olimpia Milano con esperienze in serie C a Cernusco. Andrà a rinforzare anche la formazione Under 20.

Chiudiamo con il reparto lunghi dove da Lecco è arrivato Ludovico De Paoli, classe ’92 di 207 cm cresciuto nel vivaio della storica Benetton Treviso con cui ha vinto due scudetti a livello giovanile. Anche per lui esperienze importanti su e giù per la penisola dove ha esordito in serie B2 a Riva del Garda, prima di passare a San Severo in B1. Dopo le esperienze in serie B a Treviglio e Stella Azzurra Roma, si accasa a Taranto sempre in B, dove viene notato da Agropoli che lo porta per una stagione a giocare il campionato di A2. Nella prima metà della scorsa stagione ha giocato in B a Giulianova, prima di passare come detto in precedenza a Lecco nel mese di gennaio. L’altro centro di ruolo è Marco Corti, ennesimo prodotto aurorino classe ’98 che ha assaporato la categoria nelle ultime 2 stagioni.

AURORA DESIO PARTNER